Integratori per Acne: Guida Alla Scelta e Classifica dei 4+1 Migliori Del 2021

Gli integratori per acne possono costituire un rimedio, insieme alla crema per brufoli, per prevenire e contrastare l’insorgenza dell’acne.

Questa guida completa è divisa in 2 parti: nella prima andremo a fare un confronto tra i migliori integratori alimentari per l’acne del 2022 con il loro benefici e il link al sito ufficiale, nella seconda entreremo nel dettaglio degli integratori per acne valutandone caratteristiche, principi attivi e funzionamento. 

Classifica dei migliori integratori naturali per acne

Royal Skin 500

ROYAL SKIN 500 integratore per acne

Royal Skin 500 (www.royalskin.it) è un integratore per acne in capsule che permette di eliminare le imperfezioni del viso come brufoli, pustole e punti neri. 

  • Regola la secrezione del sebo in eccesso
  • Ferma la formazione di nuovi punti neri o brufoli
  • Elimina i segni lasciati dai brufoli e le cicatrici
  • Idrata la pelle del viso
  • Tonifica la pelle del viso
  • Leviga le rughe

Royal Skin 500 è composta da ingredienti naturali efficaci nel combattere l’acne come:

  • Zinco
  • Biotina
  • Collagene
  • Acido ialuronico
  • Acido L-ascorbico

Nonacne

Nonacne integratore per acne

Nonacne (www.nonacne.it) è un integratore per acne in capsule che:

  • Combatte l’acne dovuta ai cambiamenti ormonali
  • Combatte l’acne giovanile
  • Comba l’acne di origine batterica
  • Migliora la pelle del viso rendendola sana e pulita

Nonacne è composto da è composta da ingredienti naturali efficaci nel combattere l’acne come vitamine e minerali tradizionalmente associati alla cura dell’acne:

  • Trifoglio Rosso
  • Estratto di Semi d’Uva
  • Estratto di Foglie di Ortica
  • Vitamina C
  • Sarsaparilla

Derminax

Derminax integratore per acne

Derminax (www.derminax.it) è un integratore per acne in pillole che combatte l’acne in tre modi differenti:

  • elimina le cause e le conseguenze
  • elimina le tossine che scatenano l’acne
  • elimina l’ostruzione dei pori e la conseguente infiammazione

Derminax contiene vitamine, minerali e principi attivi efficaci nel combattere l’acne come:

  • ingredienti che rimuovono lo sporco, i batteri e le cellule morte sono: Echinacea purpurea, Curcuma e pepe di Cayenna.
  • componenti in grado di eliminare le cicatrici sono: il Trifoglio Rosso e la Bardana.
  • varie vitamine: la vitamina C, E, B1, B2, B6, B12.

Zinamax

Zinamax integratore per acne

Zinamax (www.zinamax.it) è un integratore naturale in capsule che:

  • migliora l’aspetto estetico della pelle del viso;
  • combatte l’acne;
  • equilibra la produzione cutanea di sebo;
  • allevia i processi infiammatori;
  • idrata e depurare la pelle del viso;
  • previene la comparsa di papule, comedoni e punti neri;
  • velocizza la guarigione delle lesioni da acne.

Zinamax contiene ingredienti naturali come estratto di foglie di ortica, Zinco, Vitamine A e E.


BrufoCare Crema per Brufoli

BrufoCare

Anche se non si tratta propriamente di un’integratore per acne ma di una crema per brufoli, BrufoCare (www.brufocare.it) è una delle soluzioni più popolari per combattere l’acne ma anche per curare le imperfezioni della pelle e alleviare le lesioni dovute all’acne.

A base di vitamine A, B e acido azelaico, BrufoCare crema aiuta a:

  • prevenire la comparsa di comedoni e punti neri;
  • arrestare il processo infiammatorio;
  • rimuovere impurità, batteri e cellule morte;
  • equilibrare la produzione cutanea di sebo;
  • eliminare l’antiestetico aspetto untuoso e lucido della pelle del viso;
  • rendere la pelle visibilmente più liscia, pura e compatta;
  • restringere i pori dilatati.

Integratori in pillole per acne: guida alla scelta

Dopo aver visto una panoramica dei migliori integratori per curare l’acne, entriamo nel dettaglio del loro funzionamento. Ma per capirli a fondo è necessario prima fare una panoramica sull’acne.

Cos’è e come si genera l’acne

L’acne è considerata un’infiammazione delle ghiandole pilo-sebacee del viso che determina la formazione di pustole, papule o comedoni.

La pelle è costituita da vari strati:

  • il più esterno è chiamato epidermide;
  • lo strato  intermedio è chiamato derma;
  • lo strato profondo è chiamato sottocutaneo.

Le ghiandole pilo-sebacee e i follicoli piliferi da cui ha origine l’acne sono localizzati nel derma.

La ghiandola sebacea che circonda il pelo del viso (presente sia nel maschio che nella donna, seppure in modo invisibile) secerne il sebo, che è un grasso con funzioni protettive.

Il sebo è una sottile pellicola grassa che avvolge la pelle per proteggerla dalle aggressioni esterne, ma quando viene prodotta in quantità eccessive va ad accumularsi fino a dare vita a punti neri e brufoli.

Se la produzione del sebo è fisiologica, quando la pelle ne produce in quantità eccessive il sebo si accumula e può bloccare la traspirazione delle pelle otturando il poro da cui fuoriesce il pelo.

La pelle quindi “si rompe” e compare una pustola chiamata foruncolo, che può rompersi a sua volta producendo pus.

L’acne segue una certa evoluzione:

(punti da riscrivere)

  • il sebo prodotto in eccesso si traduce in pori dilatati
  • avviene l’ipercheratosi: il sebo in eccesso comincia ad occludere i pori e a generare i primi comedoni (punti neri o bianchi)
  •  l’infiammazione può diventare più profonda e generare oltre che comedoni anche da brufoli e papule con pus
  • Più l’infiammazione diventa profonda più sarà possibile riscontrare lesioni sulla pelle: le cicatrici da acne. 

Tipologia di acne: Acne: Pustole, Papule, Comedon

Il sebo in eccesso come abbiamo visto si accumula nei pori e questo può portare solitamente a 2 esiti principalii:

• punti neri: un tappo di coloore nero dato dal riempimento dei canali

• brufoli: il sebo in ecco si trasforma in pus lacerando lo strato superiore dell’epidermide in conseguenza dell’infiammazione 

L’acne che colpisce il follicolo sebaceo, producendo punti neri, punti bianchi, brufoli viene chiama acne vulgaris. 

L’acne che presenta papule, pustole o cisti, genera cicatrici edè definita severa o conglobata. 

L’acne non è quindi tutta uguale:

  • Le pustole già citate sono le lesioni di maggiore entità, che deturpano in modo notevole il volto e che possono dipendere da germi patogeni; 
  • le papule sono lesioni di media entità, visibili ma non infiammate;
  • i comedoni, nel linguaggio comune chiamati punti bianchi o punti neri, sono irritazioni della pelle causate dall’accumulo di materiale estraneo.

L’acne può essere differente anche a seconda di quanto è presente:

  • lieve, pochi punti neri sul naso o sulla fronte;
  • grave, foruncoli presenti su viso e schiena;
  • papulo-comedonica, comedoni con rigonfiamenti dolenti e arrossati;
  • pustolosa, diffusa infiammazione di media gravità;
  • cistica, noduli duri contenenti sebo e cheratina;
  • conglobata, quando i comedoni si uniscono tra loro creando lesioni che una volta guarite lasceranno cicatrici.

Le cause dell’acne

Le cause principali dell’acne si possono ricondurre a: 

  • squilibri ormonali, che alterano le ghiandole sebacee, generando un’iperproduzione di sebo, come avviene nel caso del testosterone
  • batteri, che generano un’infiammazione specie in soggetti immunodepressi; tra questi il  Propionibacterium Acnes è responsabile di infezioni e ostruzioni dei pori;
  • genetica familiare;
  • fattori ambientali come sole, variazioni di temperatura e inquinament;
  • fattori psicologici ed emotivi, che sarebbero alla base della comparsa del’acne nel periodo adolescenziale;
  • uso di prodotti dannosi per la pelle: creme, oli, sieri, fondotinta con inci non perfetti o sostanze comedogene come siliconi, parabeni.

Tre le più recenti cause dell’acne, c’è anche l’uso prolungato della mascherina. Un fenomeno che i dermatologi chiamano Maskne.

Le conseguenze dell’acne

L’acne non rappresenta solo un problema estetico, ma l’iperproduzione di sebo può comportare un peggioramento delle funzioni respiratorie e metaboliche.

Dove e quando compare l’acne

Nonostante sia tradizionalmente associata al volto, l’acne può colpire tutto il corpo, specialmente schiena, braccia e décolleté.

L’acne riguarda persone in età adolescenziale ma può colpire anche gli adulti.

Nel caso degli adulti, di solito è associata a una somatizzazione di ansia e stress e si parla di acne tardiva.

Come curare l’acne: Integratori e Creme

Le tradizionali terapie per l’acne riguardano 2 tipologie di medicinali:

  • per uso topico (creme per brufoli, sieri, lozioni, gel o unguenti);
  • per uso sistemico (integratori per acne, in compresse e pillole contenenti principi attivi).

Cosa sono gli integratori naturali per acne

Gli integratori per l’acne sono prodotti realizzati con estratti naturali, vitamine e minerali e finalizzati a regolare la produzione di sebo impedendo l’aggressione dell’epidermide.

In quanto agisce un integratore per la pelle acneica

Sono prodotti di composizione naturale che essendo composti ad alto dosaggio manifestano dei risultati entro poche assunzioni.

L’effetto di un integratore per acne non avviene solo a livello superficiale dell’epidermide ma anche a livello del derma dove sono presenti le ghiandole pilo-sebacee.

Diversi tipi di compresse per l’acne disponibili nelle farmacie senza prescrizione medica nella maggior parte dei casi possono essere solo un adiuvante. Dopo 2-3 mesi di uso regolare si possono vedere i primi effetti.

A cosa servono gli integratori acne: effetti e benefici

Gli effetti benefici che possono apportare gli integratori per l’acne sono:

  • una riduzione della presenza di brufoli, foruncoli e comedoni;
  • potenziamento delle funzioni fisiologiche della pelle, come traspirazione e idratazione.

Gli integratori per la pelle acneica servono sia a curare l’acne in corso ma anche a prevenire l’insorgenza.

Qual è il dosaggio corretto di un integratore per brufoli?

Il dosaggio di un integratore per brufoli comprende una o al massimo due compresse al giorno, dato il già citato dosaggio elevato dei principi attivi.

Gli integratori per l’acne fanno male? Possibili effetti collaterali e controindicazioni

Gli integratori per l’acne non fanno male in quanto la loro formulazione comprende sostanze naturali, vitamine e minerali, facilmente assimilabili dall’organismo e dotati di elevata biocompatibilità.

Non sussistono quindi solitamente controindicazioni né effetti collaterali, a meno che non siano presenti reazioni allergiche nei confronti di uno o più componenti dell’integratore.

Categorie fragili come le donne in gravidanza e la prima adolescenza necessitano di un parere medico prima dell’assunzione.

Gli integratori per l’acne sono più efficaci se in unione ad una dieta adeguata, abitudini igieniche appropriate e un consulto preliminare da un dermatologo.

Gli integratori naturali per acne solitamente si dividono in 2 grandi famiglie: in compresse o pillole o in crema per brufoli (o siero).

Vediamone le caratteristiche.

Integratori per acne in compresse

Le compresse per l’acne sono una delle formulazioni più comuni degli integratori alimentari per acne e contengono vitamine, minerali ed erbe che hanno un effetto benefico sulla condizione della pelle ma possono non essere sufficienti quando le ghiandole sebacee casi producono una quantità molto grande di sebo e durante l’adolescenza e i brufoli sono causati da ostruzioni delle ghiandole sebacee.

In questa situazione è consigliabile rivolgersi ad un dermatologo, assumere farmaci e cambiare la dieta. 

Come eliminare le macchie dei Brufoli in modo naturale?

Le creme per acne possono anche aiutare ad ridurre i segni di pigmentazione e lesioni date dall’acne: si tratta spesso di creme schiarenti o esfolianti che possono essere acquistate in farmacia, come ad esempio Brex.

Come scegliere un integratore per acne

L’uso di antibiotici e retinoidi viene talvolta consigliato in caso di acne pesante anche se possono causare effetti collaterali.

Gli integratori per acne in compresse sono privi di effetti collaterali e la loro scelta può essere effettuata in base a parametri come:

  • ricerche scientifiche
  •  l’analisi della composizione
  • efficacia e sicurezza da parte degli utenti 

Ingredienti e composizione tipica degli integratori per brufoli

Vitamine e minerali

L’efficacia di vitamine e minerali contenuta negli integratori per acne è testimoniata da molteplici studi clinici.

Le formulazioni degli integratori per pelle acneica generalmente contengono 

Vitamina C (500-1000 mg).

Si trova negli integratori per acne: Nonacne (www.nonacne.it), Derminax (www.derminax.it).

Vitamina E

(200-400 UI): riduce l’infiammazione causata dall’acne ormonale, protegge la pelle dall’invecchiamento prematuro della cute, ha proprietà antiossidanti ed antitumorali.

Si trova in Derminax, Zinamax (www.zinamax.it)

Vitamina A e acne

sconsigliata in gravidanza, per difetti genetici, labbra secche, si è dimostrata efficace in caso di eccessiva produzione di cheratina e produce retinoidi topici che al dosaggio non superiore a 25.000 UI al giorno che per qualche mese possono eliminare le cellule che producono la cheratina. Inoltre, è un potente antiossidante, che protegge la cute dall’eccesso dei radicali liberi. 

Integratori vitamina A per acne

La vitamina A si ritrova in Zinamax (www.zinamax.it) e BrufoCare Crema (www.brufocare.it)

Cromo

(400-600 mg) a dosaggio di 200 mcg al giorno ha dimostrato un miglioramento della pelle acneica, per la capacità di ridurre la sua sensibilità all’insulina, correlata alla pelle.

Zinco e acne

(125 mg) (gluconato e citrato) ad una dose di 30-45 mg al giorno ha portato risultati simili alle tetracicline, antibiotici orali, dopo appena 12 settimane di trattamento. Lo zinco aiuta a ridurre la produzione eccessiva degli androgeni. Inibisce l’azione della 5-alfa reduttasi, riducendo così la conversione del testosterone nel potente DHT causa Anche della caduta dei capelli. Inoltre uccide i batteri responsabili dell’acne, riduce l’infiammazione, supporta  la guarigione e la riparazione della pelle.

Integratori di Zinco per acne

Lo zinco si trova in integratori come Royal Skin 500 (www.royalskin.it), Zinamax (www.zinamax.it)

Ortica

Gli estratti di foglie di ortica sono usati come tonici interni per trattare la pelle grassa acneica. Si trova in Nonacne (www.nonacne.it).

Bardana e acne

Assunta internamente, aiuta a trattare acne cronica, foruncoli, ha un effetto purificatore sul sangue ed è in grado di alleviare l’acne e le bolle su viso e collo. Si trova in Derminax (www.derminax.it).

Trifoglio Rosso

Aiuta a ridurre in modo naturale l’eccesso di sebo e contrasta efficacemente l’acne, grazie alle sue capacità di riequilibrare i livelli androgeni. Si trova in Nonacne (www.nonacne.it), Derminax (www.derminax.it) .

Sarsaparilla

Composto vegetale a forte azione antibatterica e antimicotica, riduce l’infiammazione della pelle. Inoltre, aiuta la guarigione delle zone cutanee affette da acne ormonale. Si trova in Nonacne (www.nonacne.it).

Componenti naturali

Tra i principi attivi più utili negli integratori per l’acne ci sono 

  • biotina: la biotina è una vitamina che aiuta a mantenere il naturale equilibrio della pelle. Si trova in integratori per acne come Royal Skin 500
  • zinco ed echinacea: svolgono supporto alle difese dell’organismo, in particolare lo zinco protegge le cellule dallo stress ossidativo e favorisce le funzioni del sistema immunitario, contribuisce al normale metabolismo della vitamina A e con la biotina, al mantenimento di una pelle normale.
  • glutatione
  • myo-inositolo: carenza di myo-inositolo è stato riscontrata in soggetti con un’alterata risposta nei confronti degli zuccheri, che può essere una causa dell’acne
  • il pino marittimo francese agisce come antiossidante

Oltre agli integratori per acne: alimentazione, igiene del viso, probiotici per acne

Accanto all’uso di integratori per acne o creme, è importante:

•curare l’alimentazione con cibi sani e idratarsi bevendo acqua, cercando di eliminare gli zuccheri e alcuni tipi di grassi come i vegetali, la margarina, ridurre latte e derivati e fritti.

•effettuare scrub e peeling per la cute che rimuovono le cellule morte 

• pulire la flora batterica con l’assunzione di probiotici che impattano anche sulla pelle

Sole, calore e Integratori per pelle acneica: quando usarli?

L’estate è una stagione favorevole all’acne, per l’azione disinfettante del sole. Ma il sole o una scorretta applicazione della protezione solare possono determinare la comparsa di brufoli e punti neri.

Il calore può favorire la comparsa dell’acne estiva a causa dei raggi di cui è composta la luce che surriscaldano la cute, favorendo la vasodilatazione e l’attività delle ghiandole sebacee che aumenta la produzione di sebo incentivando la proliferazione dei batteri.

Summary
Review Date
Reviewed Item
Integratori per acne
Author Rating
51star1star1star1star1star
Product Name
Integratori per acne
Price
EUR 39
Product Availability
Available in Stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.